Prurito anale

Il prurito anale è un sintomo molto fastidioso che peggiora in genere durante la notte, nei periodi caldi dell'anno o dopo esercizio fisico. Nei bambini è spesso associato alla presenza di parassitosi intestinale. Negli adulti si osserva più tipicamente in presenza di sudorazione eccessiva, ad esempio nella stagione estiva. Il disturbo può essere isolato o può far parte di un quadro di prurito cutaneo diffuso anche ad altre sedi.

Cause

Le cause spesso rimangono sconosciute, normalmente è causato da scarsa igiene o da infezioni, più raramente anche dalla presenza di forme tumorali. Le forme parassitarie, presenti soprattutto nei bambini ed associate ad un circuito di trasmissione oro-fecale, sono sostenute da Enterobius vermicularis; le uova che si trovano nell'intestino, si schiudono nel colon, rilasciando le forme larvali che migrano nel retto e nella mucosa perianale. Il prurito è dovuto all'attività dei parassiti e alla reazione infiammatoria cutanea. In questi casi, un terzo delle persone risulta assolutamente asintomatico, mentre i restanti due terzi possono andare incontro ad una sovrainfezione batterica delle lesioni provocate dal grattamento e dai vermi. Eventuali rare complicazioni possono essere: insonnia, agitazione, enuresi, vaginite, salpingite, peritonite e psoriasi.

Fonte Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Prurito_anale